Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

Monica Maria Seksich

Voglio roteare come gli occhi di Nina Hagen

Quando becco gente
che ascolta Throbbing Gristle
mi sembra di essere
uno di quegli alpini
che incontrano il loro vecchio commilitone
creduto morto
E parlano dei vecchi Cramps
e della luce interiore

splendida bastarda
antica new wave
ci si potrebbe spendere un eone
Simon Reynolds santo subito
costruiamo Palais Schaumburg
riflettiamo su O Yuki Conjugate
Duri a morire, i Suicide
Raincoats, Cabaret Voltaire

in auto ascoltare
Solve et Coagula dei Tuxedomoon
anche al mattino presto
dopo il cappuccino
raccontarsi i Clock DVA
i guisa di cospiratori
La scelta cadeva spesso sui The Fall
Killing Joke e Dali’s Car
e sul metallo acido
dei Chrome

Gentleman con Damon Edge
I Wire corrodevano 154 imperi
Pop Group e Le Slits
Teardrop Explodes
diventando
Flying Lizards
amando Lene Lovich!!!
uh uh uh uh

voglio roteare come gli occhi di Nina Hagen
Siouxie Dea notturna fa echo
& the bunnymen
in una gang of four
Immemori Lotus Eaters
ma a che serve Platone? se senti i Sister of Mercy
Uk Subs o Crass
sto morendo di nostalgia come un profugo armeno

1986 Dead can Dance allo Studio 2
oddio Lisa Gerrard
Lisa Gerrard finisce il pezzo
silenzio anecoico
pubblico ammutolito
in tre minuti di consapevolezza
esitante una voce dal pubblico
“… Lisa… sei troppo… figa!”
Boato
aveva cantato Ocean
eravamo fuori dal nostro corpo.

©2010 MONICA SEKSICH

Biografia:
Pittrice, performer, poetessa, attrice, curatrice e ideatrice di progetti d’arte contemporanea che uniscono pittura, musica, performance e poesia.

Nata a Torino (1960)
Diplomata al 1° Liceo Artistico di Torino nel 1978, poi svariati corsi di tecnica pittorica, in particolar modo tecnica dell’affresco (Accademia di Belle Arti di Bergamo).
Dal 1979 segue assiduamente la scena punk e successivamente post punk internazionale.
Dal 1993 sino al 2000 due progetti musicali, Heat (electrowave) e XCR (electroindustriale) con molti concerti in giro per l’Europa, di cui cura sia la musica che la parte visiva.
Parecchie collaborazioni come performer con altri artisti: Giulia Caira, Angelo Comino, Angel G. Villani

dal 2004 al 2009 parecchie mostre con il Collettivo Citta Materna da lei fondato
Dal 2009 ad ora fonda il Collettivo TM15 con Alessandro Passerini organizzando eventi e progetti per:

Museo Civico di Arte contemporanea di Ortona, Palazzo Farnese –
Galleria del Carbone, Ferrara
Rivista Bacchanale, Palermo
Museo Stauros di Teramo
Museo Michetti di Francavilla,
Comune di Camerata Picena.

Da maggio 2014 inizia il sodalizio sentimentale e artistico con Elilim (Agostino Bergo)

Progetti espositivi, curatele e coordinamento artistico
Mostre personali
Rebel Rebis
Progetti e curatele
Premio Nazionale di Pittura e Fotografia Basilio Cascella (giuria critica)
Premio Nazionale di Pittura Paola Occhi (giuria critica)
Poetry Street (poesia visiva nei non luoghi),
Città Materna
Hieròs, Arte Sacra Contemporanea
Visuale Musica
Nuovo Rinascimento
Sguardo diVino
In Vino Veritars,
Transumanza Artistica

progetto poetico musicale Poetry in Waves – reading musicali dedicati e intrecciati alla musica rigorosamente post punk.

2014
SEPHEROTICA con Agostino Bergo per Paratissima X
Partecipazione al progetto “The Lovers” di Luca Saini, insieme ad Agostino Bergo
Collaborazione radiofonica su Radiowhite con la rubrica Poetry in waves per Ottantallora

monicaseksich.net
https://www.facebook.com/pages/MMS-ARTartworks-artwords-di-Monica-Maria-Seksich/259317000769191
mseksich@gmail.com




Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata