Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

Gli Escarlatina Obsessiva sono un duo brasiliano formato nel 2006 da Karolina e Zaf ; sono comparsi su varie compilation in compagnia di molte altre band della scena sudamericana, che negli ultimi anni si è mostrata particolarmente ricca di gruppi e artisti che hanno spesso rivisto il Death Rock o la tradizione Post Punk/Dark aggiungendoci il vezzo di testi interpretati in lingua madre; questo The Organ Grinder Songs potrebbe rappresentare un buon biglietto da visita per farsi conoscere anche nel continente europeo, come già accaduto per i Plastique Noir (anche se in questo contesto la band ha scelto di utilizzare l’inglese, probabilmente per dare maggiore “internazionalità” alla sua proposta).

 

I Nostri hanno dato vita a una riproposizione molto eclettica (con vocals femminili) del Death Rock/Post Punk di ascendenza moderna e contaminato da effettistica (sempre discreta), dipinto con suoni liquidi e pulsanti:

si sentano Millions of bones, forse la track migliore del cd, che si compiace di tastiere spettrali e di chitarre desolate; Fakir, che potrebbe quasi essere una rilettura dei Placebo di Special K, in versione più “ridondantemente oscura”, tanto che in certi frangenti Karolina ricorda Siouxsie.

 

Gruppi a cui li accosterei sono i Blood and Roses (rivisti comunque corretti dal rigore Post Punk degli albori: gli Escarlatina Obsessiva sono molto più fluidi, almeno in questo cd) e soprattutto, i Siouxsie and The Banshees, per una certa vena interpretativa ed enfatica che traspare dalle vocals (si senta la stupenda Emerald Green, molto vicina a una Happy House).

 

Il ritmo sghembo di Lightning Bug addolcito da riff liquidi e scordati, oppure la marcia quasi circense di The Organ Grinder Songs; Blue Bird, davvero catchy e spettrale, dall’aria deliziosamente macabra, rendono questo cd vario e ben composto.

Chiude il cd Hazard Card, totalmente liquida ed evanescente, sulla quale svettano le vocals drammatiche.

 

Un gruppo da tenere d’occhio. Buona volontà e capacità interpretativa personale ci sono. Chissà che non siano proprio gli Escarlatina Obsessiva a trainare l’intera scena, spesso sotteranea, del Sud America, qui in Europa!

 

Lunaria

 

Deathrock

2012

Escarlatina Obsessiva

 

 

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata