Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

My Mannequin – As Daylight Deceives…

My Mannequin - As Daylight Deceives...
7.7Punteggio totale
Voti lettori: (0 Voti)
0.0

coverEp d’esordio per i My Mannequin, band triestina formatasi nel 2012 per volere del bassista Michele, il batterista Gian Battista, ed il chitarrista Lorenzo, i quali avevano avuto modo di suonare insieme già nel 2009. Poco tempo dopo, a completamento della formazione, arrivano Eleonora (ex-Chaosphere) alla tastiera, e Gjorgji (ex-Der Himmel Über Berlin) alla voce.
“As daylight deceives…” è quindi il frutto della collaborazione di questi 5 ragazzi con la passione per il gothic rock riconducibile a band quali The 69 Eyes ed i Sisters of Mercy più “rockettari” (periodo “Vision Thing” per intenderci) ma non mancano incursioni nel mondo del metal più oscuro e malinconico, infatti tra le loro influenze principali figurano anche Sentenced e Paradise Lost.
Cinque canzoni ben suonate e prodotte, dove è la chitarra a dettare legge, tra riff accattivati ed assoli dal vago sapore hard rock, senza intralciare, però, il lavoro degli altri strumenti.
Fondamentale è infatti l’apporto delle tastiere, che donano al tutto quell’atmosfera in più, ed innalzano di parecchio la qualità del prodotto. Sostanzialmente le cinque tracce del cd mantengono una certa struttura ed omogeneità di fondo: non ci sono cali di tono particolari, e tutte le composizioni si lasciano ascoltare piacevolmente, senza parti morte.
Interessante anche il comparto lirico, che gira intorno alla figura del manichino (nella doppia accezione dall’inglese: mannequin=manichino/modella) non disdegnando però elementi espressivi come l’horror e la contemplazione.
Prima prova superata con successo, quindi, fiduciosi di poter ascoltare in futuro non molto lontano l’album di debutto di questa giovane band dal grande potenziale.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata